Questo sito utilizza cookie, propri e di altri siti, solo al fine di garantire una navigazione ottimale e di raccogliere statistiche anonime sui dati di navigazione senza alcuna profilazione dell’utente.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.

Accetto

TALL-104

Le cellule TALL-104 rappresentano un donatore universale ed una sorgente illimitata di cellule citotossiche, che mostrano una spiccata e selettiva attività tumoricida, ideale per un approccio immunoterapeutico adiuvante contro tumori di varia origine. Le TALL-104 sono state isolate nei laboratori del Wistar Institute di Philadelphia da un paziente pediatrico affetto da leucemia linfoblastica acuta delle cellule T. Il clone è stato espanso e caratterizzato ed è stata preparata una Master Cell Bank (MCB) che, sottoposta ad ulteriori espansioni in vitro con terreni adeguati, per alcuni mesi, fornisce una quantità di cellule adeguata per la preparazione del prodotto finito. Dopo l'espansione le cellule vengono raccolte e sottoposte ad irraggiamento con particelle beta. Questa procedura elimina la capacità proliferante delle cellule, mantenendone l'attività citossica. Dopo l'irraggiamento le TALL-104 vengono risospese in terreni idonei e poste in sacche da criopreservazione ed infusione che costituiscono il prodotto finito e, dopo scongelamento, le cellule possono essere direttamente infuse nel paziente. Il processo di produzione avviene rigorosamente secondo le regolamentazioni di Good Manufacturing Practices (GMP).

 

Una caratteristica importante risiede nella capacità delle TALL-104 di discriminare le cellule tumorali da quelle normali, risparmiando queste ultime. Infine hanno una spiccata capacità di localizzarsi ed accumularsi nel sito del tumore. I meccanismi alla base di queste due ultime proprietà sono tuttora ignoti.

 

Le cellule TALL-104 sono state sperimentate in vari tumori, non solo in sistemi in vitro e in modelli animali, ma anche su pazienti. Durante uno studio clinico di fase I/II, tali cellule hanno mostrato una efficacia particolare nel carcinoma ovarico. Il carcinoma ovarico è una delle cause principali di decesso da neoplasie maligne ginecologiche nel mondo occidentale, e rappresenta circa il 3% dei tumori femminili. La natura di tale tumore è asintomatica negli stadi precoci e circa il 60-70% delle pazienti non riceve una diagnosi accurata se non quando il tumore sia già in stadio avanzato. La terapia consiste prevalentemente nell'intervento chirurgico e nella chemioterapia con platino e taxani, ma la sopravvivenza media è ancora bassa e la qualità della vita decisamente scadente.

 

Nuove terapie adiuvanti sono necessarie per combattere questa malattia e uno studio clinico appropriatamente disegnato fornirà le conferme per l’approvazione di EMEA ed FDA all'utilizzo delle cellule TALL-104 quali terapia standard del carcinoma ovarico, adiuvante alla chirurgia. TALL-104