Questo sito utilizza cookie, propri e di altri siti, solo al fine di garantire una navigazione ottimale e di raccogliere statistiche anonime sui dati di navigazione senza alcuna profilazione dell’utente.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti automaticamente all’uso dei cookie.

Accetto

  1. Galileo Research »
  2. Opportunità per Investitori »
  3. Grants

Grants

PROGETTO KEBIC

 

REGIONE TOSCANA / FINANZIAMENTI REGIONALI PER RICERCA E SVILUPPO POR CREO FESR 2007-2013 BANDO UNICO R&S - LINEA A

 

  • TITOLO: Creazione di un knowledge base per la biosimulazione e l'aumento di predittività e traslazionalità di dati preclinici nel campo dell'ischemia cerebrale

 

L’obiettivo generale del progetto KEBIC consiste nella realizzazione di un database di conoscenza che raccolga ed elabori, integrando i dati ed estrapolando correlazioni significative, i risultati di una serie di analisi biologiche eseguite su un modello animale di ischemia cerebrale. Questo sistema integrato di dati consentirà di determinare l’esistenza di quei parametri analitici che possano indicare la predittività e la traslazionalità del modello preclinico alla patologia umana.

 

PROGETTO TALCO

 

REGIONE TOSCANA / FINANZIAMENTI REGIONALI PER RICERCA E SVILUPPO POR CREO FESR 2007-2013 BANDO NEGOZIALE ATTIVITA’ 1.1 - LINEA DI INTERVENTO 1.1.C.

 

  • TITOLO: Prodotto orfano a base di cellule citotossiche (TALL-104) contro il carcinoma ovarico

 

L’obiettivo di questo progetto consiste in: caratterizzare le cellule TALL-104 dal punto di vista biologico molecolare per chiarire i meccanismi alla base della loro azione citotossica e della loro capacità di discriminare le cellule normali da quelle tumorali, nonché della loro abilità a raggiungere la massa tumorale; determinare l'efficacia del prodotto in una patologia particolare rappresentata dal carcinoma ovarico, mediante studi in vitro, su modelli animali e mediante uno studio clinico su circa 40 pazienti affette da tale patologia. Il raggiungimento di questo obiettivo consentirebbe di rendere disponibile una terapia avanzata ed innovativa, estremamente vantaggiosa rispetto alle terapie esistenti per questa indicazione e rispetto ad altre terapie cellulari autologhe. Si tratterebbe infatti della prima terapia cellulare eterologa sviluppata a livello internazionale.